CONCESSIONARIA AUTOLIGURIA

CONCESSIONARIA DF

Fiat 500X: La recensione dei nostri clienti

5

I nostri clienti sanno sempre stupirci per preparaziome, gentilezza e anche per trasmetterci ricordi e soprattutto emozioni. E la testimonianza di Antonio Viotto non è da meno. Come si è trovato con la sua nuova Fiat 500X dopo un mese dalla consegna? Nelle prossime righe la recensione completa. Buona lettura!

Menzionare Fiat 500, il mito senza età di Dante Giacosa, significa riaccendere in me le profonde sensazioni e l’atmosfera magica di fine anni ‘50 : è vero, il primo amore non si scorda mai. Non avrei mai immaginato di tornare indietro di quasi venticinque anni, a quando giravo l’Italia in Fiat! Questa volta però si trattava della 500 X, l’ultima novità in fatto di SUV di casa Fiat: le sue linee rotonde e provocanti, i fianchi tesi, l’affascinante lato B e gli occhioni sempre spalancati con tanto di sopracciglie mi hanno completamente soggiogato. Il tutto comunque completato da una meccanica di prim’ordine : motore turbo Multiair a 4 cilindri di 1.400 di cilindrata con 140 HP di potenza, trazione anteriore, cambio a sei marce a leva centrale e sospensioni McPherson a ruote indipendenti. La scelta cadde sulla Cross, che in più ha la possibilità di scegliere tra l’opzione per la città, per l’autostrada e infine per i fondi sdrucciolevoli e innevati. Le prime impressioni di guida hanno evidenziato sin da subito l’ottimo equilibrio e l’elevata manovrabilità dell’insieme cambio, pedaliera e volante, il che permette lunghi e confortevoli viaggi autostradali. Dal punto di vista del comfort e dell’abitabilità, ancora più importante per un piccolo Suv, i posti anteriori sono davvero comodi, anche dopo aver viaggiato a lungo, come pure quelli posteriori, anche se un poco più ristretti. Un piccolo difetto è dato invece dalla visibilità posteriore, un po’ sacrificata per la forma e la dimensione del lunotto. Ottima invece l’aerodinamica, con fruscii aerodinamici quasi assenti anche ad andatura autostradale. In conclusione, una buona vettura dotata di un’ottima tenuta di strada, una buona velocità di crociera e una ripresa più che soddisfacente , oltre a bassi costi di esercizio.

In quali avventure mi hai accompagnato, oh cara Cinquecento? Nella missione a Peschiera del Garda, sul lago omonimo, nota località turistica del Benaco, prediletta dal turismo germanico. Nell’800 fu parte integrante del famoso sistema difensivo dell’impero Austriaco in Veneto “Il quadrilatero”, i cui vertici erano composti anche da Mantova, Verona e Legnago. Si notano tuttora le vestigia di quell’epoca, come le alte mura fortificate, il porto lacustre sempre trafficato, le acque del fiume Mincio che circondano interamente la fortezza. Dall’alto delle torri di guardia si ammira l’altra sponda del lago, con Salò, la località tristemente nota alla fine degli anni ’40, incluso il dannunziano Vittoriale, il rifugio del “Vate” e le tante cale e calette della riviera omonima. Di sera il panorama del lago è splendido, contornato dal tremolio delle tenue luci della costa. E’ stato un periodo bellissimo, che rifarei subito, attività inclusa. L’altra missione fu invece un gruppo multinazionale produttore di gru, fisse e mobili, situato in una nota località del monregalese, e il soggiorno in un vetusto Albergo di Vicoforte, l’antica proprietà privata dei Savoia. Bellissima la Basilica dell’omonimo Santuario, dedicato al Duca Filiberto I , il capostipite della dinastia sabauda, dalla cupola ellissoidale più grande d’Europa. Il panorama infinito di lassù spazia dalle Alpi Marittime e del Col di Nava, per spingersi fin oltre il massiccio del Monviso e delle grandi Alpi piemontesi e aostane.

Comments are closed.



Credits

Autoliguria srl - via Nizza 18R P.IVA 01283050092

Web and design Delfino&Enrile Advertising